Blog

La pelle e’ il nostro vestito, difende dalle aggressioni esterne, regola la sudorazione e la temperatura corporea, deve combattere temperatura smog batteri senza contare quante patologie o problemi della pelle sono di origine psicosomatica, quindi la pella va curata per aiutarla a svolgere la sua funzione.

Leggi tutto: PERCHE’ IDRATARE LA PELLE

E’ importante  sapere che ci si abbronza anche utilizzando le creme solari, ma cosi’ facendo andiamo a proteggere la pelle dai danni che possono essere causati dalle radiazioni solari, quali eritemi o macchie difficili da togliere o altri dovuti alle scottature, che puo’ sembrare un danno transitorio, ma si possono ripercuotere nel tempo, provocando un invecchiamento precoce della cute fino alla comparsa di problemi ben piu’ seri.

Leggi tutto: PERCHE’ USARE LE CREME SOLARI

In termini semplici e comprensibili si vuole indicare con questo termine un arrossamento protratto delle guance ( di lunga durata, cioè) con numerose teleangectasie filiformi, che viene considerato come espressione di uno stato seborroico, in certi casi, o come il I° stadio della "rosacea" in altri.

Quando si parla di seborrea si vuole generalmente indicare uno sviluppo eccessivo delle pellicola lipidica dell'epidermide, dovuto generalmente ad un aumento di secrezione delle ghiandole sebacee, come sintomo di una particolare costituzione della pelle che potremmo definire appunto "stato seborroico". Su questa base si sviluppano spesso malattie di tipo seborroico come l'acne volgare (comedonica) e la dermatite o eczema seborroico. Vanno conosciute queste dermopatie ( e tenute presenti ) perchè sono entità nosologiche piuttosto frequenti, che capitano molto spesso all'osservazione del medico, il quale deve saper distinguerle da altre patologie, tra cui la cosiddetta couperose, appunto.

Leggi tutto: LA COUPEROSE

LE RUGHE: si formano con l'avanzare dell'età e iniziano a comparire già successivamente i 25 anni di età e sono solchi che si formano in alcune parti del corpo, nelle quali il rivestimento cutaneo è sottoposto a continue sollecitazioni da parte dei sottostanti gruppi muscolari, come ad esempio avviene sulle mani o nel viso - muscoli facciali, sotto le palpebre, ai lati della bocca e sopra le labbra, sulla fronte e vicino al naso. Le rughe coinvolgono la pelle: derma, epidermide e si possono suddividere in rughe di sensescenza e rughe di espressione. Le rughe di senescenza si manifestano sulla pelle con il naturale andamento dell'età perdendo l'elasticità e la compattezza naturale - spesso perché la pelle non viene ben idratata e si stria e si secca, in pratica c'è l'invecchiamento cellulare della pelle e della cute. Le rughe di espressione si manifestano su un'epidermide relativamente giovane e comunque non influenzata dalle rughe di senescenza. Con il tempo infatti le rughe si accentuano fino al derma ovvero la struttura di sostegno della pelle, quella parte più profonda della pelle e quindi la perdita di elasticità della pelle tende a fare formare questo tipo di ruga profonda e marcata di circa 0,005 millimetri di profondità: ben visibile ad occhio nudo e ancora meglio con una semplice lente di ingrandimento. A ciò si associa, oltre ad un invecchiamento precoce della pelle, un afflosciamento delle guance e un'alterazione delle fibre elastiche. Le rughe di espressione spesso sono identificabili come segno di ansia, preoccupazioni, forti emozioni, choc, momenti negativi.

Leggi tutto: LE RUGHE

Diversi sono i fattori che possono determinare l'insorgere della cellulite.
La cosiddetta cellulite, il cui vero nome è panniculopatia edemato – fibro - sclerotica (P.E.F.S.), deriva dal un'alterazione del derma e dell'ipoderma; in condizioni ottimali, le cellule adipose (adipociti) normalmente presenti nel tessuto sottocutaneo funzionano da riserva di energia per l'organismo, che brucia grassi ogniqualvolta abbia necessità di combustibile.
In caso di stasi del circolo venoso questa "riserva" diventa difficile da utilizzare, si accumula fino a comprimere i capillari sanguigni, già fragili, che iniziano a trasudare plasma dalle loro pareti divenute porose.
Il plasma si infiltra fra le cellule, con il tempo provoca un' infiammazione del tessuto adiposo con formazione di fibrosi dei tessuti sottocutanei: i capillari vengono ulteriormente compressi e il drenaggio dei liquidi in eccesso si fa sempre più difficile. Si innesca quindi un "circolo vizioso" che autoalimenta questa patologia, perché di vera e propria patologia si tratta, anche se spesso ci si limita al suo significato di banale inestetismo.

Leggi tutto: LA CELLULITE